Skip to content

Polizza Assicurativa Per Professionisti Architetti

Gli architetti hanno l’obbligo di stipulare una polizza assicurazione RC anche nel caso di collaborazioni con partita Iva o in assenza della firma sui lavori conclusi, come stabilisce il Decreto del Presidente della Repubblica 137 del 7 agosto 2012. Chi non rispetta questa legge è soggetto a sanzioni da parte dell’Ordine di appartenenza.

L’assicurazione professionale di responsabilità civile per gli architetti protegge il professionista da eventuali danni che possano derivare dall’attività al proprio cliente o committente.

La polizza RC copre danni provocati da negligenza, inadempiezza ,imprudenza e imperizia e come è logico non ricopre danni di dolo, le compagnie assicurative non hanno l’obbligo di stipulare una polizza con il professionista architetto e possono applicare premi differenti nel caso di un soggetto che è stato coinvolto in numerosi casi di risarcimento.

Una polizza assicurativa per architetti professionisti può essere di due tipologie: di Rischi Nominati o All Risks & All Inclusive. La prima tipologia prevede la copertura solo delle opzioni espressamente citate, mentre la seconda prevede una copertura completa su tutto quello che non sia escluso.

Gli architetti preferiscono le polizze All Risks e All Inclusive proprio perché durante lo svolgimento della propria professione si possono presentare molteplici possibilità ed eventualità.

Un’assicurazione All Risks, generalmente tipica delle compagnie anglosassoni, può comprendere danni anche di natura non economica e può coprire richieste che sopraggiungano anche dopo la scadenza della polizza.

Ci sono casi in cui le polizze assicurative sono anche retroattive per un certo numero di anni o anche illimitate, è la tipologia più semplice e la preferita in quanto copre qualunque eventualità durante lo svolgimento della professione di architetto, ma è comunque importante leggere con attenzione le opzioni di esclusione del contratto che andremo a stipulare con la compagnia assicurativa.

La copertura assicurativa ha valenza non solo nel Paese in cui l’architetto opera, ma in tutto il mondo, tranne Stati Uniti e Canada. Esiste una franchigia minima per i risarcimenti, che può essere  regolata secondo le esigenze del soggetto assicurato. Per i giovani architetti fino a 36 anni e con un fatturato inferiore ai 50.000 euro alcune compagnie di assicurazione propongono polizze All Risks & All Inclusive e in questi casi sono previsti premi con importo minore  che varierà al crescere del fatturato. Ci sono numerosi preventivatori online come Mio Assicuratore per ottenere preventivi su misura e competitivi con i prezzi di mercato.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*