Skip to content

Dove posizionare la lavatrice?

Trasferirsi in una casa nuova rappresenta sempre una sfida. Adattare l’ambiente alle nostre esigenze non è facile e, uno dei quesiti di tutti noi è dove posizionare la lavatrice. Almeno che non possediate una stanza da dedicare alla lavanderia, il dubbio persiste sempre. Ecco quindi dove posizionare la lavatrice senza sciupare necessariamente l’armonia dell’ambiente domestico!

1.Lavatrice in terrazza. Se avete un po’ di spazio in terrazza, questo è il posto migliore in assoluto perché la escludete proprio dall’ambiente. Se proprio non vi piace in vista, perché non nasconderla con una tenda?

2.Lavatrice in bagno. Molte persone scelgono il bagno come postazione per la lavatrice, anche in questo caso una tendina può essere la soluzione ottimale o, all’occorrenza, scegliete una lavatrice colorata in tinta con l’ambiente.

3.Lavatrice in cucina. E’ la vostra unica ancora di salvezza la lavatrice in cucina? Scegliete un modello a incasso così che si mimetizzi con i mobili o copritela con un’anta.

4.Lavatrice in cantina. E’ la soluzione ottimale perché la escludete ancora una volta dalle pareti domestiche e non darà noia. In un certo senso, vi sarete costruiti il vostro angolino per i panni!

5.Situatela nel sottoscala. Così risparmiate spazio e avrete sempre a disposizione tutto ciò di cui avete bisogno!

Di che colore faccio le pareti?

Volete dipingere le pareti di casa ma siete indecisi sul colore da utilizzare? Oggi vogliamo aiutarvi a scegliere il colore delle pareti, tenendo di conto del Feng Shui, quell’arte che aiuta a sistemare la casa (e colorarla) in modo da vivere in un ambiente armonico!

Bianco: rende la casa accogliente e luminosa. Questo colore è legato alla determinazione.

Giallo: è il colore che per eccellenza riesce a trasmettere energia. Rappresenta la creatività. E’ adatta ad esempio per la cucina o la zona giorno. Da evitare nella camera da letto.

Rosso: è il colore della passione. Attenzione a non esagerare con questa tinta perché favorisce la rabbia. Utilizzarlo solo su una parete in una sola stanza.

Rosa:rilassa e dona tranquillità. E’ il colore ideale per la camera da letto.

Blu:il colore della meditazione. Il feng shui tuttavia sconsiglia di utilizzarlo perché favorisce la malinconia. Va bene invece l’azzurro perché dona pace.

Verde:E’ un colore che rilassa. Va bene nelle sue tonalità chiare. Va bene per tutte le stanze ma sconsigliano la cucina.

Nero:Sconsigliato di dipingere una stanza intera di nero. No per la stanza dei bambini, da utilizzare con attenzione in piccoli spazi.

Voi, quale colore delle pareti avete scelto per la vostra casa?

Bagno in camera, alcuni accorgimenti

Il bagno in camera può rappresentare una scelta stilistica e funzionale davvero utile. Tuttavia è importante adottare alcuni accorgimenti.

Potete prendere in considerazione l’idea del bagno in camera se già ne avete uno principale nell’appartamento. In questo modo quello della camera resterà un bagno intimo e votato principalmente al benessere della coppia.

Per intervenire a livello tecnico, dovete per prima cosa presentare una pratica in Comune così da ottenere i permessi. La cosa che a noi interessa di più oggi però, è vedere dal punto di vista dell‘arredamento come sistemare il bagno in camera. Probabilmente riservete a questa idea uno spazio non troppo grande perciò, utilizzate tinte chiare così da ottenere un’effetto di maggiore profondità.

Optate per l’antibagno così da avere una zona di stacco tra stanza da letto e bagno. Sfruttate bene gli spazi, scegliete sanitari piccoli e sfruttate molto l’ampiezza delle pareti per appendere asciugamani e mensole dove riporre gli oggetti per la cura personale. Il box doccia potete sceglierlo in vetro, in questo modo eviterete di rendere la stanza “più chiusa” a livello visivo.

Ricordatevi infine che dovete anche installare l’impianto per la ventilazione dell’aria se non avete modo di ottenere nello spazio anche una finestra.

Scegliere il tappeto per casa, quanto deve essere grande?

Esistono così tante tipologie di tappeti che non è facile individuare subito quello adatto alla propria casa, che rispetti sia gli spazi che i gusti personali.

Quando vi capita di dover scegliere il tappeto per casa, individuare la giusta forma e grandezza è fondamentale. Gli spazi di casa devono essere rispettati e resi ancora più confortevoli. Vediamo alcuni consigli per riuscirci!

Il tappeto grande definisce lo spazio. Se ad esempio volete definire uno spazio, come ad esempio quello del salotto, avete bisogno di un tappeto grande abbastanza per coprire l’intera area. Non avrete così bisogno di separè. Ovviamente dovete far attenzione che si sposi bene con l’arredamento.

Tutto dipende dall’ambiente. Volete posizionare un bel tappeto in cucina, sotto il tavolo? Assicuratevi che riesca a contenere non solo l’intero tavolo ma anche le sedie e i movimenti classici che fate con esse. E’ importante poter spostare le sedie senza uscire dal perimetro. “Il classico” è un tappeto rettangolare. Potete comunque giocare con le forme. Se ad esempio il tavolo è un quadrato perfetto, scegliete il tappeto tondo. Se il tavolo è tondo potete optare per il tappeto quadrato.

Per la stanza da letto potete scegliere ad esempio un tappeto che disti dai bordi del letto di una decina di centimetri almeno oppure, di un tappeto più piccolo dove solitamente vi alzate.

Se dovete scegliere il tappeto per casa e avete poco spazio, l’ideale è un tappeto grande che copra tutta la superficie lasciando liberi solo circa 50 cm a lato. Lo spazio risulterà molto più grande. Preferite colori chiari.

Arredare casa con i fiori. Alcuni consigli

I fiori possono diventare parte integrante del vostro arredamento. Possono essere incisi, disegnati o attaccati. La cosa importante è utilizzarli con parsimonia perché, quando si parla di arredare con i fiori, l’effetto può diventare un po’ troppo pacchiano e rovinare così l’atmosfera semplice e raffinata che volete creare.

L’ideale oggi, almeno che non desideriate una casa stile “hippie”, è optare per i fiori stilizzati. Un decoro floreale può quindi impreziosire l’arredamento di una stanza, adattandosi bene anche ai vari stili, da quello moderno a quello rétro.

Arredare con i fiori non è complicato, ma dovete valutare molto bene come introdurre il nuovo elemento. Potete ad esempio scegliere una lampada con incisioni floreali oppure, come quella presente nell’immagine di questo articolo (presentata su arstore.it). I fiori però sono presenti anche in alcuni accessori, sedie, porte…

Il consiglio che vi diamo però è questo: se scegliete di utilizzare incisioni e disegni floreali, non riempite la casa di troppe piante vere o finte che siano. E’ importante saper giostrare sapientemente questi due elementi decorativi e magari suddividerli tra le varie stanze di casa.

Per quanto riguarda i colori, ricordatevi di arredare casa con i fiori seguendo lo stile che desiderate mantenere o ottenere e per tanto valutate bene. Possono andar bene colori più neutri come il bianco, il nero e il grigio. Ma anche colori accesi o pastello sono adatti, purché in sintonia con il resto dell’ambiente.